Vetro antirumore

Vetro antirumore

Vetro antirumore

Dalle grandi metropoli ai piccoli centri, l’inquinamento acustico è uno dei problemi più fastidiosi che spesso disturbano il sonno o la concentrazione. Le diverse procedure di lavorazione cui può essere sottoposto il vetro per la sua versatilità, però, consentono di isolare un ambiente e di renderlo confortevole in ogni momento grazie all’abbattimento del suono che permette di svolgere qualsiasi attività in totale sicurezza e comfort. I vetri antirumore possono essere applicati sia nei luoghi di lavoro che in ambienti domestici a seconda delle esigenze. La loro fono assorbenza si coniuga perfettamente con l’esigenza di protezione.

I vetri antirumore, infatti, sono considerati vetri di sicurezza perché i trattamenti cui vengono sottoposti li rendono resistenti alle effrazioni. A seconda della variazione dello spessore delle lastre, dell’intercalare e della lavorazione alla quale si decide di sottoporli, garantiscono la performance desiderata.

La scelta della tipologia di vetri da utilizzare da parte dei nostri clienti avviene in fase di progettazione. I nostri partner si interfacciano con il personale specializzato e preparato per fornire indicazioni utili dal punto di vista tecnico. Ad esempio sull’intensità dei rumori che, nelle case, non deve essere superiore ai 40 Decibel. Se immaginiamo che l’edificio si affacci a una strada trafficata il livello di intensità dell’inquinamento acustico in certi casi arriva fino a raddoppiare. L’impatto acustico limita, così, le attività e crea un disturbo che può essere eliminato in diversi modi.

Tra le soluzioni che realizziamo ci sono:

  • Vetro stratificato: le lastre vengono stratificate per aumentarne lo spessore e, di conseguenza, favorire l’isolamento acustico. Due o più lastre vengono unite da un foglio di materiale plastico. Si tratta di uno speciale PVB che garantisce un’altissima performance per attenuare l’inquinamento acustico perché è più duttile rispetto al normale PVB. Questo lo rende capace di aumentare la resistenza e assorbire meglio le vibrazioni provenienti dagli ambienti esterni. 
  • Vetri fonoassorbenti: grazie al loro potere isolante dimezzano l’intensità del suono che percepiamo.
  • Vetrate isolanti (o vetrocamera): a seconda dello spessore aumentano ulteriormente l’isolamento acustico arrivando a ottenere una differenza tra il rumore esterno e quello interno superiore ai 40 Decibel.

Nel caso di utilizzo di vetrate isolanti, le lastre fonoassorbenti sono in grado di garantire anche altre tipologie di prestazioni. Dal contenimento dei raggi solari alla creazione del risparmio energetico con i basso emissivi, passando anche per la massima sicurezza che si ottiene attraverso il procedimento di blindatura.

Richiedi informazioni

Richiedi un preventivo per il tuo progetto. Contattaci subito!





Share This Post