Glossario tecnico

Glossario tecnico

Glossario tecnico

Veneto Vetro ha ritenuto opportuno redigere questo elenco con i vari termini tecnici per i “non addetti ai lavori” nella speranza di poter essere d’aiuto nel comprendere il vasto e versatile mondo del vetro.
In base alle diverse necessità esistono infatti diverse tipologie di vetro e tecnologie utili a soddisfare ogni richiesta.

Vetro a controllo solare

I vetri a controllo solare, o antisolari, controllano l’energia solare che entra nell’edificio. L’uso di vetri antisolari è sinonimo di risparmio energetico per gli impianti di climatizzazione e migliora il comfort interno grazie ad un maggiore controllo della temperatura e della luminosità. Le prestazioni in materia di controllo solare (fattore solare del vetro) variano in funzione di: 

  • Quantità di calore assorbita dal vetro;
  • Quantità di calore riflessa.

Vetro antieffrazione e antivandalismo
I vetri stratificati antivandalismo e antieffrazione proteggono persone e cose da atti di vandalismo, aggressioni di breve durata. Sono utilizzati nelle vetrine dei negozi, bar, ristoranti, uffici. I vetri anticrimine proteggono contro il furto e contro aggressioni ripetute e premeditate. Sono utilizzati in particolare per le pareti vetrate di banche e uffici postali ma anche di negozi e abitazioni private. Queste tipologie hanno la funzione di ritardare al massimo l’intrusione e di dissuadere gli aggressori. Il livello di protezione dipende dallo spessore del vetro e del PVB utilizzati nella composizione del vetro stratificato.La norma UNI EN 356 classifica i vetri stratificati in 8 diversi livelli di sicurezza, In funzione del tipo di prova eseguita e dell’applicazione delle vetrate
Vetro basso emissivo

ll vetro basso emissivo è un vetro coatizzato con materiali nobili assemblato in vetrata isolante, il vetrocamera può essere composto da due o più lastre distanziate da uno o più profili distanziatori. Un vetro isolante differisce da un normale vetro, perché dotato di un particolare trattamento, grazie a cui si riescono a contenere le dispersioni termiche.

Vetro blindato

Il vetro blindato è un vetro stratificato che, secondo la norma UNI EN 356, ottiene classe di resistenza elevate.

Vetro coatizzato

Il vetro rivestito, o vetro con coating, si ottiene mediante il deposito di ossidi metallici sulla superficie e si utilizza in edilizia per controllare e migliorare le prestazioni ottico – energetiche delle vetrate.

Esistono due famiglie di vetro coatizzato, definite sulla base del processo produttivo utilizzato: il vetro pirolitico e il vetro magnetronico.

Vetro curvo ricotto

Il vetro curvo ricotto il vetro è curvato lentamente per forza di gravità adagiandosi su degli stampi realizzati per ottenere la curva desiderata. Il vetro monolitico curvo ricotto non è un vetro di sicurezza.

Vetro curvo temperato

Il vetro curvo temperato viene scaldato velocemente e portato a rammollimento, curvato e raffreddato velocemente. Questo procedimento garantisce una maggiore resistenza e in caso di rottura si frantuma in piccoli pezzi.

Vetro di sicurezza

I vetri di sicurezza sono vetri capaci di ridurre il rischio di incidenti da impatto, frammentazione, rottura o incendio

Vetro isolante

I vetri isolanti o vetrocamera sono costituiti da due o più pannelli di vetro separati lungo il perimetro da un’intercapedine e sigillante. L‘intercapedine tra i pannelli di vetro può essere riempita con aria o gas inerte. È possibile utilizzare numerosi tipi di vetro tra cui vetro laminato, vetro rivestito o vetro temperato. I componenti vengono selezionati per soddisfare le caratteristiche tecniche richieste

Vetro isolante acustico

Assemblando pannelli in vetro monolitico e pannelli in vetro stratificato di diverso spessore è possibile ottenere un buon isolamento acustico. Per aumentare i requisiti acustici della vetrata è possibile utilizzare vetri stratificati con intercalari speciali che hanno un migliore abbattimento acustico mantenendo inalterate le caratteristiche di sicurezza.

Vetro retinato

Si ottiene per colata e laminazione continua di vetro fuso, al cui interno viene immersa una rete di fili metallici cromati. Questa armatura è in grado di trattenere temporaneamente i frammenti di vetro in caso di rottura o di incendio e di offrire una limitata resistenza all’attraversamento. Diversamente dal vetro temprato, la conformazione dei frammenti prodotti può però provocare danni a persone o cose ed esiste il rischio di essere colpiti da schegge che non vengono trattenute dalla rete.

Vetro satinato

Si ottiene sottoponendolo ad un trattamento sulla superficie per renderla opaca. Per ottenere questo risultato viene depositato sulla superficie un particolare prodotto “acido” per un tempo controllato.

Vetro selettivo

Si tratta di vetro con rivestimento superficiale metallico che conferisce al vetro determinate caratteristiche come il controllo solare, la trasmissione luminosa e la bassa remissività.

Vetro serigrafato

Si tratta di un vetro al quale è stato depositato dello smalto sulla superficie mediante l’utilizzo di telai serigrafici, creando una decorazione. Se si utilizzano smalti ceramici il vetro deve subire un trattamento termico per renderli estremamente resistenti.

Vetro smaltato

Il vetro smaltato è un vetro con depositato sulla superficie dello smalto opaco che può essere anche vetrificato mediante trattamento termico. Il supporto del vetro può essere di diversa tipologia, ed esempio chiaro, extrachiaro, colorato, riflettente o stampato.

Vetro smerigliato

Il vetro smerigliato è un vetro che viene reso opaco perché trattato con lo smeriglio

Vetro stratificato

Si tratta di un pannello composto da due o più fogli di vetro, uniti assieme con uno o più intercalari di materiale chiamato PVB (polivinilbutirrale), mediante un processo a caldo e sotto pressione. Il PVB agisce come collante tra le lastre di vetro, modificandone le prestazioni meccaniche, termiche ed acustiche. In caso di rottura il PVB trattiene i frammenti di vetro rendendo così il vetro stratificato un vetro di sicurezza

Vetrocamera

I vetro camera, o vetro isolanti, sono costituiti da due o più pannelli di vetro separati lungo il perimetro da un intercapedine e sigillante. L‘intercapedine tra i pannelli di vetro può essere riempita con aria o gas inerte. È possibile utilizzare numerosi tipi di vetro tra cui vetro laminato, vetro rivestito o vetro temperato. I componenti vengono selezionati per soddisfare le caratteristiche tecniche richieste.

Vetro temperato HST

Il vetro temperato HST subisce un trattamento termico: il vetro viene riscaldato fino a raggiungere la temperatura di rammollimento per poi essere raffreddato bruscamente. Questo processo introduce uno stato di compressione sulla superficie del vetro. Il vetro temperato è più resistente alla flessione rispetto ad un normale vetro ricotto.

Vetro temprato

Il vetro temprato è considerato un vetro di sicurezza, in caso di rottura si frantuma in piccoli frammenti relativamente innocui ma non offre nessun tipo di resistenza all’attraversamento.

Richiedi informazioni

Richiedi un preventivo per il tuo progetto. Contattaci subito!





Share This Post

Lascia un commento

Your email address will not be published. Email and Name is required.